Ricordo del Presidente de “I Netini di Roma”,
devotissimo di San Corrado


Silvio Celeste, il dinamico presidente de “I Netini di Roma”, all’età di 88 anni ha reso la sua anima a Dio il 16 marzo scorso. Egli è stato devotissimo di San Corrado. Il funerale è stato celebrato nella sua parrocchia romana dei Sacri Cuori (piazza Vescovio) il 18 seguente. E’ fraternamente doveroso suffragare la sua anima eletta. Il modo più incisivo e commovente di ricordarlo è riascoltare le sue stesse parole ‘da nuticianu a nutuciani’, come simpaticamente era solito sottolineare. Appena tre dei suoi interventi espressivi.

1. L’Associazione dei Netini di Roma era stata progettata nel 1978. Il comitato promotore, presieduto dal Comm. Silvio Celeste, realizzò il primo incontro il 21 aprile 1980. Al secondo incontro convocato a scopo costituente il 31 maggio seguente, così parlò Silvio a nome dello stesso comitato promotore, cioè “di giovani cinquantenni, inguaribili nostalgici della propria terra d’origine”: «Nato a Noto, io vi trascorsi i primissimi anni dell’infanzia; ho completato gli studi classici a Siracusa e da lì mi sono trasferito a Roma, dove abito ininterrottamente da ben quarantuno anni. Come vedete, sono uno di voi: cioè dei tanti notinesi, i quali sono stati costretti dall’avarizia della terra di origine a cercare altrove le motivazioni della propria esistenza. Quanti hanno dovuto chinare il capo di fronte alle avversità della vita. Ebbene, se potessimo almeno raccogliere la voce di uno di quei tanti! Se noi potessimo porre sulla spalla di uno di questi la nostra mano e dare un conforto e cercare di invogliarlo a continuare il cammino della vita, noi – ne sono certo – raggiungeremmo un risultato positivo del nostro costruendo sodalizio». Così, per la prima volta a Roma, venne celebrata con indescrivibile entusiasmo la festa del Santo Patrono di Noto il 19 febbraio 1981 nella basilica parrocchiale di Santa Prisca all’Aventino.

2. A conclusione della cerimonia liturgica di S. Corrado 2004 nella basilica dei Ss. Cosma e Damiano ai Fori Imperiali, tra l’altro Silvio Celeste ha detto: «La Noto che ogni giorno seguiamo attraverso la lenta ricostruzione della Cattedrale, la quale non è soltanto un importante evento nel campo architettonico ed artistico; non può infatti prescindere dalla fede di un popolo che quella Cattedrale ha eretto: è la ‘chiesa madre’, dove tutta la comunità si riconosce nell’unità della fede. E’ San Corrado il cardine e il cemento della nostra Associazione: sotto la sua ala protettrice ognuno di noi si interroga sempre se il suo modo di vivere e di svolgere il proprio lavoro porta, oltre ai segni della competenza e dell’onestà, anche quelli dell’essere autentici discepoli di Gesù Cristo».

3. Sempre rivolgendosi ai «cari soci e simpatizzanti dell’Associazione» al termine dell’annuale festa di Santo Patrono, il 23 febbraio 2008 nella stessa basilica romana, l’indimenticabile presidente così concludeva il suo saluto dal tono nostalgico e quasi profetico: «Mi auguro con tutto il cuore che il Signore mi conceda la grazia, anche se limitata nel tempo, di assistere e partecipare ancora a questa gioia comune, nella venerazione sentita e commossa del nostro tanto amato S. Corrado, esempio unico di umiltà e di fede. Con questo augurio, ancora una volta, con tutto il cuore e con tutte le mie forze, continuo a gridare: Viva S. Corrado Confalonieri; viva, viva sempre la nostra tanto amata e mai dimenticata città di Noto».

Comm. Silvio Celeste, indimenticabile nostro presidente e amico, per te invochiamola misericordia paterna di Dio per l’intercessione della Madonna Ss. Scala del Paradiso e di San Corrado tuo e nostro amato Patrono.


Mons. Salvatore Guastella
Assistente emerito dei Netini di Roma

__________________________

I Devoti e Fedeli dell'Araldo di S. Corrado di ogni luogo si uniscono al cordoglio per la dipartita del Comm. Silvio Celeste, estendendolo ai Famigliari e ai Soci tutti della Associazione i Netini di Roma.
Umberto Battini
per l'Araldo web
______________

Per approfondire

  • visita www.araldosancorrado.org
  • Questo Blog e' un prodotto amatoriale e non editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001
  • Segnalate i vostri commenti, suggerimenti, idee
  • Per informazioni devozionali e storiche sul Santo Corrado potete contattare la mail penitente@alice.it
  • Usate liberamente foto e testi ricordando di segnalare il sito da dove proviene il materiale
  • L'Araldo di San Corrado è il Collegamento Devozionale Italiano dei Devoti e Fedeli del Santo piacentino morto a Noto il 19 febbraio 1351 e nato in Calendasco (Piacenza) nel 1290